Home attori Maurizio Messana
Maurizio Messana

 

messana

 

 

MAURIZIO MESSANA

Nasce il 13/08/62 a Caltanissetta

Alla fine degli anni settanta studia presso la  Scuola di M. Scaglione recitazione e di  Bonazzi per dizione

Alcuni cenni sul suo impegno artistico negli anni:

 

-          collabora con il Teatro Settimo“Tracce d’archivio” presso L’Istituto detentivo Ferranti Aporti di Torino Rassegna di teatro con Stalker teatro

- Protagonista del film per la T.V. “La Sciarpa Rossa” di M. Costa,

1991 Vince il premio come migliore attore protagonista, al festival “RIMINI CINEMA”

-          Conduce, in emittenti radiofoniche e in T.V.  con P. Protasi

-          Lavora come insegnante di recitazione per molti anni e attualmente nella sua scuola

-          Varie pubblicità nazionali lo vedono in video con marchi molto noti Spot “Saporelli”, “Amaro Cynar” con Simona Ventura (attore)

-          con i “Fratelli d’Italia” spettacoli di cabaret in tutta Italia

- vince la targa come miglior gruppo di Cabaret al Teatro Ariston di Sanremo

- Targa come miglior conduttoreTorino Spettacolo”

-          Presenta e conduce sfilate di moda e concorsi di bellezza in Torino

1994- Spettacolo “Il borghese gentiluomo” Molière, “Amleto” W. Shakespeare

-          Spettacolo “Aspettando il milione” di F. Passatore (attore)

1995- Protagonista di “Trappola per topi”, teatro Alfieri, Erba, tournèe

-           “L’importanza di chiamarsi Ernesto” di O. Wilde (regia)

-          Spettacolo “Il grande brivido” reg. A. Cuculo (attore)

-          Lavora in numerosi radiodrammi per la regia di A. Zampieri

-          Ottiene il riconoscimento ufficiale del COMUNE DI TORINO PER LA SUE INTERPRETAZIONI ne “I promessi sposi “ e “Don Camillo e Peppone”

-          Insegna per anni teatro presso l’Università della Terza Età

-          Cinema “Facciamo paradiso” di MONICELLI (attore)

1996- FILM “Il caso Sutter” di F. Farina (attore)

Gli viene riconosciuta la medaglia della Regione Piemonte per meriti artistici in campo teatrale

Con Franco Passatore al Teatro Stabile di Torino “Aspettando il milione”

-           “Casa di bambola” di Ibsen  “Metti una sera a teatro”  Torino

-          Spettacolo “Gli innamorati” di Goldoni (regia)

-          T.V. programma di informazione e cultura “Prove D’attore” come conduttore

-          “Il pupo ha preso il purgante” e “Il professore di piano” di G. Feydeau

-          Spettacolo “Un tram che si chiama desiderio”  di T. Williams (regia)

-          Film “Baldini e Simoni” per la Rai (attore)

-          Spettacolo “Dal fidanzamento al divorzio” di Feydeau (regia)

- Presenta e conduce spettacoli di intrattenimento

Spettacolo “Intermezzi Amorosi” di Cervantes (regia) per “Metti una sera a teatro” a Torino e cintura

-          Conduce TALK SHOW al “Café Neruda” di Torino

-          Spettacolo “Non andare in giro tutta nuda” Teatro Stabile di Torino

-          Film “Il Parlamento” (attore protagonista) al palazzo Carignano

2001 – Spettacolo “Arsenico e vecchi merletti” (attore) regia Zanetti,

-          Spettacolo “Sarto per signora” di Feydeau (attore protagonista)

-          Spettacolo “A-Lex” di Longoni regia Zanetti, teatro Erba (attore)

2002 - Spettacolo “Confusioni” di A. Ayckbourn (regia)

-          Spettacolo ”Le sorprese del divorzio” di Bisson

2004-    “CHAMPIGNOL PER FORZA” DI J FEYDEAU  teatro Alfieri di Asti, teatro Politeama di Genova Smeraldo di Milano

2005- Partecipazione a  “1 mattina” .

 

2006/07- Partecipazione a “tutte le mattine” con M. Costanzo

Realizza con il patrocinio del Ministero di Grazia e Giustizia labotratori e spettacoli presso il Carcere de Le Vallette di Torino

-          “La presidentessa” di M. Hennequin teatro Smeraldo Di Milano

 

B. Brecht “Terrore e miseria nel terzo Reich

- “Una vita in teatro” di D. Mamet

“Caligola è vivo” (dal “Caligola” di A. Camus), reg. M. Messana

“L’importanza di chiamarsi Ernesto” di O. Wilde, reg. M. Messana

“Streghe” Spettacolo sulle donne, ideato e diretto da M. Messana

2008- “Il Peccato” spettacolo sull’Olocausto (circuito scolastico)

2008- “Stranieri in patria” Mausoleo della “Bela Rosin”

2009/010- “Il Peccato” Teatro Gobetti Torino Regia M. Messana

“IL TACCHINO” DI G. FEYDEAU aprile 2009 teatro Isabella Torino

“Il peccato” febbraio 2009  teatro Gobetti Torino

2010/011- L’importanza di chiamarsi Ernesto di O. Wilde regia M. Messana

2011/012- “Il ritratto di Dorian Gray” regia M. Messana Teatro Gobetti e varie repliche il provincia e scolastiche

2012/013- Film “Il ritratto di Oscar Wilde” uscito al Cineporto di Torino, varie proiezioni in Piemonte

2013/014- “Nero” sulla vita e morte di Nerone, scritto e diretto da M. Messana teatro Gobetti, repliche regionali

Gli spettacoli hanno avuto circuito nazionale, nei migliori teatri: Politeama genovese, Alfieri di Asti, Smeraldo di Milano, Civico di Brescia, etc. toccando quindi città come Milano, Torino, Genova e molte altre anche nel meridione d’Italia, inseriti nel circuito Stabile o del Territorio.

La compagnia ha ormai adottato da anni, e si è specializzata, in tutti i generi teatrali, dal drammatico al brillante e di quest’ultimo ha assorbito i fondamenti, l’eleganza, la capacità di gestire la trama e dipanare la storia con il gusto del ridere pulito!

“Gruppo Teatro 1” è proiettato a garantire professionalità, correttezza e qualità artistica, soddisfacendo i gusti del pubblico, questa è la cosa che, sopra ogni altra, ci proponiamo di fare.

 

Da venti anni forma attori nella sua città, Torino, nella quale promuove l’attività artistica, culturale,didattica delle nuove promesse del teatro o del cinema.

Nella sua compagnia, che da venticinque anni propone spettacoli sconfinando in vari generi, dal brillante Vaudeville (premiato con menzione della Rai Italiana) al drammatico o di impegno sociale (con vari riconoscimenti del Comune e della Regione), lavora come regista e attore e promuove innovazioni sulla sperimentazione teatrale e la ricerca.

Gli spettacoli sono patrocinati dal Comune di Torino.

Gli ultimi impegni lo vedono presente in un grande progetto su Oscar Wilde e la sua vita, producendo uno spettacolo che per tre anni propone sul territorio “Il ritratto di Dorian Gray”e un film già uscito in prima nazionale a Torino al Cineporto “Il ritratto di Oscar Wilde”. Tra le produzioni, “Nero”, sulla vita del discusso imperatore romano.

Ha insegnato recitazione nelle scuole medie inferiori e superiori, in particolare ha insegnato recitazione, drammaturgia e storia del teatro all’istituto superiore di cinematografia “Federico Fellini” di Torino.
Negli ultimi anni intraprende argomenti teatrali, dal classico al moderno, per toccare tutte le corde creative dello spettacolo e divulgare più possibile argomenti, storie , personaggi che hanno segnato la storia dell’uomo e dello spettacolo e dei quali non si conoscono molti risvolti o semplicemente non se ne ha più memoria. E’ il caso degli spettacoli su Nerone o su Oscar Wilde, che fanno conoscere  lati meno noti di questi uomini o de “Il borghese gentiluomo” di Molière, che va a scavare, attraverso un’attenta analisi del protagonista, nell’ironia e nella denuncia del grande autore francese, al di là del puro divertimento. Importante è l’impegno sociale che porta l’attore e regista ad affrontare temi di scottante attualità come in “Malamore”, andato in scena a novembre 2018, e che fa luce sul mondo della prostituzione e violenza sulle donne, “Fiori d’acciaio” sul rapporto familiare madre figlia o “Ritorno” liberamente tratto da “casa di bambola” di Ibsen, sulla condizione della donna nella nostra società. I temi vengono trattati con grande attenzione per l’importanza del messaggio, che deve arrivare chiaro e diretto al pubblico. L’impegno di Messana è anche quello di far tornare alla ribalta forme di teatro che hanno segnato un’epoca e che ora non sono più ricordati, è il caso dei fratelli Marx, di cui si è e occupato negli ultimi tempi, portando in scena “Avvocati truffaldini e inappellabili scemenze”, spettacolo che raduna il meglio della comicità arguta dei fratelli Marx.
L’impegno di Messana attore è dare vita a personaggi  noti, ma sconosciuti per molti aspetti e quindi mettere in luce tutto ciò che non è mai stato detto di loro. In qualità di regista, vuole avvicinarsi al pubblico con ogni genere di argomento, adattando ai nostri tempi il linguaggio, ma senza mai snaturare le tematiche degli autori. Come autore, intende scavare nella società, nelle dinamiche dei rapporti, entrare negli argomenti e nelle persone, per capire e far di tutto per denunciare e fare capire con il linguaggio semplice, diretto e forte di un teatro di impegno civile.

 

Contatti:  uff. 011 2255667  cell. 347 4304091www.gruppoteatro1.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Maurizio Messana

Ha insegnato recitazione nelle scuole medie inferiori e superiori, in particolare ha insegnato recitazione, drammaturgia e storia del teatro all’istituto superiore di cinematografia “Federico Fellini” di Torino.

Negli ultimi anni intraprende argomenti teatrali, dal classico al moderno, per toccare tutte le corde creative dello spettacolo e divulgare più possibile argomenti, storie , personaggi che hanno segnato la storia dell’uomo e dello spettacolo e dei quali non si conoscono molti risvolti o semplicemente non se ne ha più memoria. E’ il caso degli spettacoli su Nerone o su Oscar Wilde, che fanno conoscere lati meno noti di questi uomini o de “Il borghese gentiluomo” di Molière, che va a scavare, attraverso un’attenta analisi del protagonista, nell’ironia e nella denuncia del grande autore francese, al di là del puro divertimento. Importante è l’impegno sociale che porta l’attore e regista ad affrontare temi di scottante attualità come in “Malamore”, andato in scena a novembre 2018, e che fa luce sul mondo della prostituzione e violenza sulle donne. I temi vengono trattati con grande attenzione per l’importanza del messaggio, che deve arrivare chiaro e diretto al pubblico. L’impegno di Messana è anche quello di far tornare alla ribalta forme di teatro che hanno segnato un’epoca e che ora non sono più ricordati, è il caso dei fratelli Marx, di cui si è e occupato negli ultimi tempi, portando in scena “Avvocati truffaldini e inappellabili scemenze”, spettacolo che raduna il meglio della comicità arguta dei fratelli Marx.

L’impegno di Messana attore è dare vita a personaggi noti, ma sconosciuti per molti aspetti e quindi mettere in luce tutto ciò che non è mai stato detto di loro. In qualità di regista, vuole avvicinarsi al pubblico con ogni genere di argomento, adattando ai nostri tempi il linguaggio, ma senza mai snaturare le tematiche degli autori. Come autore, intende scavare nella società, nelle dinamiche dei rapporti, entrare negli argomenti e nelle persone, per capire e far di tutto per denunciare e fare capire con il linguaggio semplice, diretto e forte di un teatro di impegno civile.

 

Copyright © 2019 gruppoteatro1 - Designed & Developed by 3NWT.